Della GOVERNABILITA’ (o anche la sinistra di governo o anche i residuali, rancorosi e testimoniali)

Leggo questo refrain, ritorna in campi diversi, qualche volta con valenze opposte: “Insomma dobbiamo lavorare per una sinistra di governo”…
 
Nella sua accezione positiva questa affermazione significa: una sinistra che sappia progettare una strategia di governo e abbia una propria visione del futuro.
 
In quella negativa, usata spesso strumentalmente nella polemica a sinistra: “una sinistra che sappia avere oggi un sistema di alleanze e mediazioni capace di portarla immediatamente al governo.”
Negativa anche l’opposizione a questo concetto quando diventa negazione delle mediazioni politiche come aspetto specifico della politica istituzionale democratica. Una sinistra forte con un proprio programma, una propria rappresentanza e una lettura chiara della realtà deve essere poi capace di mediazioni e di alleanze e guai se non lo fosse.
 
Ma l’idea della governabilità o di una sinistra di governo spesso nasconde una semplificazione della politca e una negazione di uno dei tratti che la politca ha assunto progressivamente nel nostro paese:
La democrazia è fatta di governo ed opposizione, sempre.
 
Il governo fa le leggi, l’opposizione se ci riesce le migliora nel dibattito parlamentare o costruisce una critica delle stesse spesso efficace, che spesso porta ad un cambio di rotta, prepara un nuovo governo. Questa la democrazia parlamentare.
 
Volere essere “governo” è un’aspirazione di chiunque partecipa ad una competizione istituzionale; volerlo essere a qualsiasi costo, perchè altrimenti inutili, anche cambiando le politiche promesse, e per le quali si è stati votati, è una degenerazione tipica dell’oggi…
 
Ma c’è uno stridore più profondo a sinistra intorno alla questione del “governismo”: l’dea che la politca e la realtà si cambiano con le leggi, stando al governo, altrimenti si è inutili.
 
E invece la politica non si esaurisce nelle istituzioni e nelle rappresentanze istituzionali ma si costruisce nella società, nei corpi intermedi (associazioni e sindacati) movimenti sociali…
Si costruisce costruendo egemonia culturale e facendo crescere rivendicazioni che portino all’uguaglianza e alla giustizia sociale, aggregando…
Una cosa una volta ovvia, oggi dimenticata: la politca si fa innazitutto nella società, organizzando “conflitto”, partecipazione e dando poi rappresentanza agli stessi.
 
Al dunque oggi siamo in una situazione drammatica in cui la priorità è ricostruire (non riassemblare l’esistente) una sinistra che sappia dare rappresentanza al lavoro, diritti ambiente…
Perchè a questi è stata scippata qualsiasi rappresentanza, anche fallace, ondivaga o culturalmente subalterna al neoliberismo…
Non c’è proprio se non in quel pugno di parlamentari e senatori a sinistra del PD, ma privi di un progetto unitario. Non si tratta di ricostruire un apparato politico, ma un progetto unitario, forte programmaticamente e credibile nel rinnovamento della politca e di questa stessa rappresentanza residuale.
 
Per farlo, prima di un “nuovo apparato” politico serve un “diverso” apparato politico, che rinasca tra le persone e con le persone.
Da qui tutta la mia distanza da Pisapaia e Insieme, perchè è un’operazione che inverte l’ordine delle priorità rendendoci ancora subalterni al PD.
 
Dare rappresentanza prima di pensare alle mediazione del governo, perchè senza rappresentanza di sinistra, le destre, i partiti neocentristi, che fanno politiche di destra, hanno campo libero….
Poi il governo, se questa sinistra sarà capace realmente di rappresentare lavoro e diritti, verrà…
 
Il 28 Luglio alla festa di ART-UNO a Fagnano Olona ci sarà una discussione sull’unità, non potrò esserci, questo è parte di quello che avrei voluto dire, spero che i compagni vogliano raccogliere questa mia riflessione…
 
Buon lavoro a Possibile, Sinistra Italiana, Art, UNO, Socialisti in Movimento, ci rivediamo a settembre.
Dario Accurso Liotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...